TOP
Image Alt

Rubrica Gli Occhi del Covid

Questa rubrica è come le carte imprevisti e probabilità del monopoli. Ci si può trovare di tutto. Come il Pasqualone dei bei tempi andati. Il nome “Gli occhi del Covid” non ha nessun significato particolare, è dettato più che altro dalla triste “moda” del momento e dalla mia mania per il citazionismo spicciolo. Non escludo quindi che in futuro possa cambiare nome. Il suo scopo, ammesso che ne abbia uno, è quello di far ridere, riportando fatti assurdi da tutto il mondo (ne succedono talmente tanti e talmente strani che sono rimasto basito pure io, il materiale da cui attingere è infinito e lo spazio non basterà mai). Se poi, oltre a una risata, questa rubrica strapperà una riflessione o indurrà qualcuno ad approfondire qualcosa tanto meglio. Ma sappiate che non era mia intenzione darvi da pensare.

Ma quanto è bello il mondo al tempo delle varianti? Spezzano la monotonia. Ti risvegliano dal torpore. E soprattutto danno modo a tutti di poter partecipare e dire la loro. Io ero rimasto alla variante indiana, che oggi si chiama Delta.

Sono parecchie le notizie da trattare, massima serietà, e lo spazio è poco. Senza preamboli. Sembra che negli Stati Uniti recentemente sia scattato un allarme salmonella in almeno 43 stati. In realtà i numeri dicono che per ora in 143 persone

Siamo dunque giunti al numero dieci, signor* e signor*. Chi l’avrebbe mai detto?! Io no di certo, mi aspettavo di venire silurato prima. Non è mica facile scrivere cazzate senza sforare i limiti della decenza. Stavolta partiamo da quello che, stando

Ne stanno a succede eh? Stanno cominciando a partire gli schiaffoni verbali (e non solo), e manco pochi. Duelli e incidenti di ogni tipo. Non indugiamo e partiamo subito, che a sto giro il piatto è ricco. Il primo duello presentato,

11 Febbraio Il 2021 è iniziato da un mese e il mondo sta ancora qua. Finalmente una nota positiva (o negativa? Boh). Tutto sembra procedere come da programma. Il governo è inciampato, si è infortunato ed è stato sostituito (è più

Natale è passato. Capodanno è passato. Il 2020 è andato e ste cazzo di feste so finite. Gioia e giubilo, no?! No. Il 2021 è iniziato peggio che mai (per me almeno, ma non siamo qui per parlare dei cazzi