TOP
Image Alt

Rubrica Palestina

Curata dai Giovani Palestinesi d’Italia, questa rubrica ripercorrerà la storia della Palestina. 

I Giovani Palestinesi d’Italia sono un gruppo di giovani studenti e lavoratori palestinesi, figli di seconda generazione e giovani recentemente arrivati in Italia, sparsi su tutto il territorio italiano.
Il loro obbiettivo è quello di portare ľ’attenzione del pubblico italiano su tutto ciò che riguarda la questione palestinese, attraverso gli occhi dei giovani. Vogliono proporre punti di riflessione nuovi con ľintento di restaurare ľ’identità palestinese, coltivando la memoria e andando oltre le divisioni politiche. La loro associazione è indipendente, pluralista, apartitica, laica e non persegue alcun scopo di lucro.

Immagine in copertina di middleeasteye Questa volta non ci sono le bombe su Gaza e non ci sono i razzi di Hamas, ci sono solo i palestinesi della Cisgiordania che da qualche settimana a questa parte sono mobilitati ma non riescono

Per creare Israele, le forze sioniste hanno attaccato le principali città palestinesi e distrutto circa 530 villaggi*. Circa 13.000 palestinesi furono uccisə nel 1948, con più di 750.000 palestinesi espulsə dalle proprie case che divennero rifugiatə in terra straniera: il culmine

Tutti sul palco per una foto ricordo: Enrico Letta del Pd, Salvini della Lega, Tajani di Forza Italia, Carlo Calenda per sé stesso, Virginia Raggi del Movimento 5 Stelle, Maria Elena Boschi per Italia Viva e altri rappresentanti politici. Tutti

Articolo pubblicato in origine su Orient XXI Gli ultimi eventi in Palestina sono stati raccontati nei media italiani con un linguaggio e delle narrative che non permettono né di identificare le reali responsabilità né di comprendere le realtà storiche e quotidiane

Scritto da Eugenio Abruzzese Come concluso nell’articolo del mese precedente, le milizie della resistenza palestinese si spostarono dalla Giordania, dove si scontrarono con il regime monarchico hashemita, verso nord, ossia in Siria e Libano per poi concentrarsi maggiormente in quest’ultimo, specie

Scritto da Leila Belhadj Mohamed Il periodo successivo al 1967 è caratterizzato da una disfatta per il popolo palestinese, una seconda tragedia che ha portato alla nascita di ulteriori profughi e di perdita di altri territori. Tuttavia, al Muqawwama (la resistenza)